COPYRIGHT

Il materiale pubblicato è COPERTO da COPYRIGHT. VIETATA qualsiasi riproduzione intera o parziale senza l'Esplicito consenso da parte dell'Autore e la Citazione dello stesso.

mercoledì 12 marzo 2014

LETTERA AD UNA AMICA....



















... Sai cosa mi spaventa, te lo dico da donna, "che sto invecchiando"... 

ho perso talmente tanti treni, che NON ci credo più nella felicità... 
Sono stanca di prendere bastonate... iniziano a farmi male... 
Vorrei vivere in un romanzo che alla fine di tutto ci sia un lieto fine, ecco perchè ultimamente sto leggendo tanto.. sto cercando la mia storia tra le pagine di un libro... il peso che sto vivendo in questo periodo è veramente tanto.. 
Ieri passeggiando tra la mia campagna, ho incontrato un Signore, mio vicino di casa, 
mi stringe la mano, mi guarda e mi dice: "la trovo dimagrita, un pò tirata..." poi sospira e aggiunge... "i problemi sono una brutta malattia". 
Come mai un uomo che mi conosce appena, che mi vede una volta ogni tanto... capire il mio stato d'animo soltanto guardandomi... e mentre chi mi vive... quelli che dicevano di amarmi.. non se ne accorgono o se ne sono andati?... 
Perchè ho incontrato un uomo come Lui che nonostante sapendo.. ha gettato fango sul fango ...
Perchè mi ha scaricato come un sacco di immondizia... 
Perchè non mi ha lasciato stare nel mio mondo.. perchè a risvegliato un illusione?
Perchè non riesco a darmi pace...?
Non ho più grandi aspettative dalle persone e, da loro mi aspetto solo il peggio...forse questa è la giusta ricetta per sopravvivere in un modo fatto solo di esteriorità... 
... e in tanto cammino tra i miei campi.. scruto gli orizzonti... osservo gli alberi che si innalzano con i loro rami fino a toccare il cielo...
... mi perdo nei colori dei campi non ancora coltivati... nonostante sia quasi primavera, i colori ricordano ancora l'inverno...mentre il sole si è fatto più tiepido...

....


Tratto da "Una vita incerta".


Autore Foto: Katia Verza
Le immagini sono coperte da COPYRIGHT
VIETATO qualsiasi utilizzo intero o parziale senza l'ESPLICITO consenso da parte dell'Autore e la citazione dello stesso.

Nessun commento:

Posta un commento

SEMPRE DA RICORDARE

Il giorno più bello? Oggi.
L'ostacolo più grande? La paura.
La cosa più facile? Sbagliarsi.
L'errore più grande? Rinunciare.
La radice di tutti i mali? L'egoismo.
La distrazione migliore? Il lavoro.
La sconfitta peggiore? Lo scoraggiamento.
I migliori professionisti? I bambini.
La felicità più grande? Essere utile agli altri.
Il mistero più grande? La morte.
Il difetto peggiore? Il malumore.
La persona più pericolosa? Quella che mente.
Il sentimento più brutto? Il rancore.
Il regalo più bello? Il perdono.
L'accoglienza migliore? Il sorriso.
La medicina migliore? L'ottimismo.
La soddisfazione più grande? Il dovere compiuto.
La forza più grande? La fede.
La cosa più bella al mondo? L'amore.

Madre Teresa