COPYRIGHT

Il materiale pubblicato è COPERTO da COPYRIGHT. VIETATA qualsiasi riproduzione intera o parziale senza l'Esplicito consenso da parte dell'Autore e la Citazione dello stesso.

martedì 2 dicembre 2014

MANI CHE LAVORANO

UNA GIORNATA AL CENTRO DIURNO "IL MULINO VECCHIO"
DI MARCIGNAGO (PV)



Chi lavora con le sue è un lavoratore
Chi lavora con le sue mani e la sua testa è un Artigiano
Chi lavora con le sue mani e la sua testa ed il suo cuore è un Artista

San Francesco d'Assisi

Non credo che esista citazione migliore di questa per descrivere la giornata che ho vissuto oggi, presso la struttura del Centro Diurno "Il Mulino Vecchio" di Marcignago (PV).
Grazie ad una persona speciale, ho avuto l'onore di partecipare e vivere una giornata insieme agli Ospiti della struttura.
Ho conosciuto, persone Speciali, persone Vive, persone che hanno ancora molto da raccontare di loro.
Tutte le volte che mi trovo davanti a una persona anziana (aggettivo che detesto) mi sembra di trovarmi davanti ad un libro, che ha una sua storia da raccontare, un pezzo di storia che in fondo mi appartiene, ci appartiene, perchè grazie ad ogni uno di loro, quello che noi abbiamo oggi lo dobbiamo in parte anche a loro.
Ho conosciuto donne dai capelli candidi, vicino ai 100 anni. "Mamma Mia" mi sono detta tra  me e me, quasi un secolo di vita, e subito dopo mi sono chiesta quale sarà il mio destino. 
Vero ho solo 44 anni e sono appena vicino a metà strada.... o forse, per quel che mi riguarda l'ho già attraversata la mia metà, ma cosa darei per invecchiare come loro.
Le guardavo, li guardavo, perchè tra le numerose signore c'erano anche due cavalieri, il Sig. Franco e Giuseppe, che si dedicavano con una grande precisione alla decorazione di alcuni oggetti natalizi realizzati da loro.

Ebbene si! Gli Ospiti partecipano non tanto per far passare la mattinata ma per "VIVERLA".
Quindi, l'idea consiste non solo nel tenerli occupati, vivi con la mente e con le mani,  ma renderli gratificati del loro lavoro, e non esiste cosa migliore per stare bene a questo mondo. Esser gratificati per un qualcosa che noi facciamo, il risultato ci appaga, ed è la miglior medicina per lo spirito e la mente.

Ho visto tanti capelli bianchi, altri tinti e ben tenuti in ordine, accompagnati da sguardi attenti, curiosi, e spiriti allegri. 

Sia gli Ospiti che gli Operatori mi hanno dato una bella sensazione, la sensazione di una famiglia. 
Vero che l'essenza dell'essere umano non cambia, e occorre essere sempre un buon moderatore per metter tutti d'accordo, ma il gruppo mi è apparso ben costruito, con i ruoli ben chiari, e un gruppo ben affiatato.

In passato ho lavorato anche io, presso una struttura RSA, ovvero una casa di Riposo, ma vi posso garantire che oggi ho avuto una bellissima sorpresa, non mi sarei mai aspettata un ambiente di questo livello. 

Non ho visto visi tristi, e anche tra gli Operatori non ho visto la solita aria stantia, oppressa. Vi posso garantire che in una mattina di cose ne sono state fatte, non c'è stato un attimo di sosta, le attività si sono susseguite una dietro l'altra, eppure sempre tutto condito con il buon umore e tanti sorrisi... 

Ma ora vi racconterò la giornata attraverso le immagini.
Alcune foto per una questione della Privacy dove vengono ritratti gli ospiti non le ho potute pubblicare, ma spero che queste possano comunque rendere l'idea degli "Artisti" che ho incontrato oggi... 

LABORATORIO DI CUCITO
in questa giornata seguito dall'Educatrice Eleonora 
e gli Artisti: Sig.ra Antonia, Angela, Anna, Rosa






Vi presento le "Befane" 
tutte realizzate a mano.
Tutte le realizzazioni in stoffa vengono prima:
disegnate, tagliate, cucite, colorate e poi riempite per dare la forma all'opera.
Per quanto riguarda la nostra "Befana", ci si è occupati anche di vestirla, di creare la sciarpina a mano, la scopa su cui vola, è stata realizzata con un rametto e un pò di paglia, la calzina riempita di caramelle... e per il naso, un pò di carta pesta ... 
e Voilà la nostra "Befana" è pronta per volare.. 






















LABORATORIO DI CERAMICA - DECORAZIONE
in questa giornata seguito dall' Operatore Gigliola 
gli Artisti. Sig. Giuseppe, Franco e la Sig.ra Angiolina





Ma il Natale non è solo fatto di "Befane" è fatto anche di Angioletti e Stelle d'orate.
La cosa che mi ha sorpreso piacevolmente in questo Centro, è il fatto che le opere realizzate dagli Ospiti, sono create dalla A alla Z, ovvero loro si sono costruiti gli stampi per realizzare le loro opere di terra cotta e ceramica, per poi decorare il tutto che in seguito viene cotto nel forno da loro acquistato per poter completare l'opera. 
Sono praticamente AUTONOMI nelle loro creazioni e, se non sono Artisti loro, chi mai potrebbe esserlo???





















LABORATORIO BEAUTY FARM

In questa giornata seguito dagli Operatori Eleonora e Emilia 
le Modelle: le Sig.re Tina, Antonia, Pasqualina, Angela, Luisa









"La Bellezza è l'unica cosa contro cui la forza del tempo sia vana.
Ciò che è bello è una gioia per tutte le stagioni ed è un possesso 
per tutta l'Eternità"

Kahlil Gibran

Credo che Gibran non abbia scritto parole migliori.
Noi donne anche se il tempo ha lasciato al suo passaggio sul nostro volto, e sulle nostre mani i segni del tempo, in noi donne  rimane sempre quel pizzico di vanità femminile che nonostante tutto non riusciamo a rinunciare.
Avere un certa età, non significa lasciarsi andare, anzi significa vivere la vita fino in fondo, e perchè no? Anche con un velo di ombretto, rossetto e unghie curate.... 















PREPARIAMO LA STRUTTURA PER IL NATALE
In questa giornata seguito dall'Operatrice Erika









Può sembrare un lavoro da poco, ma i preparativi per il Santo Natale iniziano ad Agosto.
Gli Ospiti iniziano a pensare ad un tema da realizzare, quindi si scelgono le stoffe, si disegnano le forme, si tagliano, si cuciono, si colorano e poi vengono riempite per dare loro una forma.
Per il corridoio sono stati realizzati numerosi Babbi Natale, e poi un gran numero di pacchetti, che sono stati appesi pazientemente ai soffitti dei corridori.

Ma la vera opera che mi ha colpito è stato il Presepe












Con estremo piacere, vi mostro il lavoro che mi ha colpito più di tutti.
La realizzazione del Presepe di Natale.
Tutto in stoffa, colorata a mano, lana per i capelli e criniere, bottoni per gli occhi e tanto Amore per la realizzazione.
Il Presepe nasce dalle mani degli Ospiti ben tre anni fà, iniziando da Giuseppe e Maria e il Bambin Gesù e, ogni anno si è aggiunto un pezzo nuovo.
Tre anni di lavoro, un fantastico lavoro per arrivare ai personaggi del Natale del 2014.
Ve li presento... 



L'Asinello



Il Bue




I Cammelli e i Tre Re Magi


Maria


Il Bambin Gesù...








Il Gregge....



La Pecora Nera Smarrita e la sua storia....

Gli Operatori, hanno pensato di coinvolgere ancora di più gli Ospiti, dando vita alla Pecorella Nera. 
Il Gioco consiste, che la Pecorella verrà volutamente abbandonata in una parte della Struttura sia nel Centro Diurno sia nella RSA, e chi la trova 
dovrà ricondurla al suo gregge.




E' ORA DELLA GINNASTICA

Parte seguita in questa parte della giornata, dal Fisioterapista Davide

Davide si occupa di tenere allenati gli Ospiti, con piccoli esercizi motori.
Un buon esercizio anche se fatto di piccoli movimenti, tiene il corpo in allenamento.
Per le persone di una certa età, conservare una certo tono muscolare è importante per la deambulazione, per restare indipendenti nei piccoli gesti quotidiani.




Nel vederli fare punta tacco, mi è venuto in mente la canzone e il balletto di 
Don Luiro e Lola Falana









E' ARRIVATA L'ORA DEL PRANZO





Durante il pranzo, ho scoperto che gli Ospiti hanno anche il LABORATORO DI CUCINA e giusto la settimana scorsa hanno realizzato insieme all'Operatrice Emilia alcune Focacce al Pomodoro e Mozzarella e i Rotoloni allo Speck, Mozzarella e Rucola.

Poi ho avuto una spiegazione dettagliata sia da Emilia e la Sig.ra Luisa (originarie di Napoili) di alcuni dolci Napoletani, l'inimitabile Babà e la Sfogliatella. 




Il pranzo è anche il momento della somministrazione dei farmaci 





DOPO IL PRANZO C'E' SEMPRE UN BUON CAFFE'

Oggi si è festeggiata anche la partenza della Signora Luisa, madre della Responsabile della Parte Diurna "Le Risaie".
Venuta su per un intervento chirurgico e poi inserita nel contesto diurno per la riabilitazione, oggi ha salutato le sue nuove amiche.
Quando le ho chiesto se era stata contenta di questa esperienza ha esordito:
"Si sono contenta, e me ne torno al mio mare soddisfatta".










LABORATORIO DI LETTERATURA
Seguito dall'Operatrice Gigliola




Lo scopo è di scegliere un libro, nel periodo successivo ai lavori della preparazione del Natale. Il libro scelto è "Il Tredicesimo Dono".
Gli Ospiti insieme all'Operatore non conoscono il libro, ma solo la trama, quindi scopriranno insieme l'evolversi della storia, e se piacerà si arriverà alla fine, nel caso contrario si sceglierà di leggerne un'altro.
Anche in questo caso, il tema del libro è quello del Natale.




Siamo tutti seduti in cerchio, io con loro, c'è chi è più attento e chi si sta assopendo.
La Signora Angela è la più attenta. Discorrendo con Lei, scopro che la lettura è uno dei suoi hobby preferiti. Nonostante i suoi 71 anni, legge ancora con estremo interesse vari romanzi. Le nomino Albert Espinosa, lei mi risponde che non l'ha mai letto, ma ha seguito la serie televisiva che ha preso spunto dal suo libro i "Braccialetti Rossi".

Mi perdo a guardare i loro volti, mi chiedo quale sia stata la loro vita, il loro vissuto.
La lettura prosegue, chi all'inizio sembrava disinteressato, ora inizia ad entrare nella storia, domandando dove si svolge la vicenda.
I particolari della storia iniziano a catturare la loro attenzione.

Dopo la lettura prima che la giornata finisca, c'è la lettura del giornale locale 
La Provincia Pavese e poi per finire la lettura dell'Oroscopo.
Mi metto a leggere il mio, il quale diceva che avevo qualche pianeta contrario, e che per affrontare questa giornata dovevo fare qualcosa che mi piaceva. 
Per una volta il mio oroscopo ci ha azzeccato, oggi mi sono rilassata facendo la cosa che più mi piace fare, ovvero la fotografia, cogliere particolari... e in mezzo loro ne ho raccolti veramente tanti.

Ringrazio la Struttura per avermi dato la possibilità di vivere una giornata con loro, è stata una piacevolissima esperienza.
Un grazie sentito agli Ospiti, agli Operatori 
e alla Responsabile del Centro Diurno Rosi Fontana.



Invito chi non sa ancora cosa regalare per Natale, di andare a vedere i piccoli capolavori che gli Ospiti realizzano, ne vale davvero la pena.
Gli oggetti sono tutti realizzati a mano da loro, per chi fosse interessato può farlo telefonando per informazioni alla struttura chiedendo di Eleonora e Guido al numero di telefono 0382/921794

Casa di Riposo "Il Mulino Vecchio" Cooperativa Sociale C.R.M. Marcignago PV


ANCORA GRAZIE E A VOI AUGURO UN SERENO NATALE E UN FELCE ANNO NUOVO
Katia Verza 

SEMPRE DA RICORDARE

Il giorno più bello? Oggi.
L'ostacolo più grande? La paura.
La cosa più facile? Sbagliarsi.
L'errore più grande? Rinunciare.
La radice di tutti i mali? L'egoismo.
La distrazione migliore? Il lavoro.
La sconfitta peggiore? Lo scoraggiamento.
I migliori professionisti? I bambini.
La felicità più grande? Essere utile agli altri.
Il mistero più grande? La morte.
Il difetto peggiore? Il malumore.
La persona più pericolosa? Quella che mente.
Il sentimento più brutto? Il rancore.
Il regalo più bello? Il perdono.
L'accoglienza migliore? Il sorriso.
La medicina migliore? L'ottimismo.
La soddisfazione più grande? Il dovere compiuto.
La forza più grande? La fede.
La cosa più bella al mondo? L'amore.

Madre Teresa